Locandine cinematografiche: Tra storia e arte

I manifesti (poi rinominati locandine o poster)  fino alla seconda Guerra Mondiale sono stati i principali veicoli per pubblicizzare le pellicole, contribuendo spesso anche al loro successo.

Con il passare del tempo sono diventati vere e proprie opere d’arte, passando per diversi stili, dal disegno classico, alla fotografia per poi passare al disegno computerizzato, entrando anche nella classifica degli oggetti più amati dai collezionisti.

Ma partiamo dall’inizio.

“Le origini”

Le locandine cinematografiche compaiono in Francia alla fine dell’Ottocento, contemporaneamente alla nascita del cinema stesso.

Jules Chéret e Marcellin Auzolle iniziarono a pubblicizzare l’invenzione dei fratelli Lumière usando lo stile tipico dell’Art Nouveau, caratterizzato da colori vivaci e personaggi illustrati nei minimi dettagli.

Fonte Foto:https://www.ultimavoce.it/i-fratelli-lumiere-e-linvenzione-che-ha-cambiato-il-mondo/

“I pittori del cinema” così chiamati avevano il compito di rappresentare il film attraverso un’illustrazione accattivante, capace di attirare l’attenzione delle persone che passavano davanti al cinema o alle affissioni.

Fonte Foto:https://hotcorn.com/it/film/news/pittori-di-cinema-artisti-locandine/

L’illustrazione dei manifesti serviva a far capire al pubblico il genere a cui apparteneva e se la pellicola era adatta o meno a tutta la famiglia.

In questo periodo si usava spesso lo “STOCK POSTER”, un manifesto utilizzabile per più eventi, dove venivano aggiunte di volta in volta le informazioni necessario sullo spettacolo.

Fonte Foto:https://www.mutualart.com/Artwork/Tous-Y-Menent-Leurs-Enfants/C3ED4B9B80E5E62F

“L’ascesa di Hollywood”

Con la diffusione dei primi lungometraggi e con l’ascesa di Hollywood, la locandina inizia a raffigurare l’attore principale o l’intero cast, in più veniva inserito il nome del regista, il titolo del film e una piccola trama.

Per la stampa veniva usata la litografia a colori, che pur essendo molto costosa permetteva di ottenere delle illustrazioni di alta qualità.

Da qui nasce anche il fenomeno del “divismo cinematografico” dove attori di alto livello (come Marylin Monroe o Charlie Chaplin) avevano l’intero spazio sulla locandina.

Fonte Foto:https://www.blogfrivolopergenteseria.it/2016/06/full-immersion-i-film-sul-divismo-nel.html

Con l’arrivo dei programmi per la rielaborazione digitale dell’immagine, la fotografia sostituisce completamente l’illustrazione, e per le locandine si inizia a usare una composizione molto più forte e decisa, utilizzando anche alcuni fotogrammi del film.

In alto la locandina de “La Terra trema” film del 1948, dove viene usata una tecnica di disegno classica. In basso, tramite la  rielaborazione digitale, la locandina del film “New Mutants”  uscito nel 2020.

Fonte Foto:https://www.mymovies.it/film/2020/the-new-mutants/

https://www.pinterest.it/pin/246009198381297626/

Ora che abbiamo fatto un ripasso veloce della loro storia non mi resta che lasciarvi alla classifica delle 10 locandine  che hanno fatto la storia del cinema.

“Buona Visione”!

10: Vertigo

In Italia conosciuto come “La Donna che visse due volte” di Alfred Hitchcock, con una semplice immagine riesce a trasmettere una sensazione di panico ed angoscia, grazie anche alla scelta azzeccata del colore.

9: Tron

Film del 1982 diretto da Steven Lisberger. Prodotto dalla Disney e considerato il primo film di fantascienza, una delle locandine più amate di sempre dai collezionisti.

8: Halloween

Probabilmente uno dei film più influenti del cinema horror, creando un format ripreso e imitato innumerevoli volte.

La locandina è diventata famosa grazie all’enorme successo ottenuto dalla saga, che ancora oggi ripropone nuovi storie e remake.

7: Alien

Locandina criptica dove viene mostrato poco o niente dell’ormai famosa creatura che tutti conosciamo come Xenomorfo. Ridley Scott ha, infatti, voluto giocare con il pubblico in modo di suscitare curiosità sul film mostrando sulla locandina solo un uovo alieno e il famoso slogan “nello spazio nessuno può sentirti urlare”.

6: Shining

Kubrick ha avuto sempre un occhio di riguardo per le locandine dei propri film, e in quella di Shining è impossibile non essere catturati dall’inquietante sguardo che ci osserva indisturbata.

5: Buried

Possiamo definire questa locandina con una sola parola: ANSIOGENA.

Un film su una delle fobie più diffuse al mondo. La locandina trasmette ansia e paura al solo sguardo di quella piccola fiammella che illumina il protagonista mentre si rende conto di essere stato sotterrato vivo.

4: Lo squalo

Probabilmente uno dei film più famosi. Nato dal genio di Steven Spielberg nel 1975, Lo Squalo ha dato via a una serie infinita di film, serie tv e programmi televisivi.

La prima locandina rappresentava un feroce squalo bianco, pronto a fagocitare un tranquillo bagnante.

5: Ladri di Biciclette

Prima locandina a introdurre negli anni ’60 una nuova tecnica nel mondo dei poster:  stiamo parlando dell’aerografo, strumento grazie al quale era possibile creare immagini molto più nitide e perfette per il realismo di alcuni film.

4: Stark Trek the motion picture

Nello stesso periodo, anche l’illustratore statunitense Bob Peak iniziò ad usare l’aerografo per rappresentare la locandina di Stark Trek.

3: Kill Bill

Locandina dove il giallo fa da padrone. La fotografia si unisce a una grafica retrò.

2: Il silenzio degli innocenti

Film che ha fatto la storia del cinema, un mix di ansia e psicologia, nonché pellicola in grado di rappresentare al meglio la bravura di Anthony Hopkins.

La locandina, ideata da Dawn Bailie, vede la protagonista Jodie Foster in primo piano con la bocca coperta da una particolare falena nota per il suo motivo a forma di teschio.

1: Moon

Al primo posto troviamo “Moon” film di fantascienza uscito nel 2009. Classificata come una delle migliori locandine degli ultimi tempi, per il suo mix tra semplicità, fotografia e grafica, riuscendo a ipnotizzare lo sguardo di chi la osserva.

Classifica finita, vi consiglio vivamente di recuperare i film poco prima citati, oltre ad avere alcune tra le più belle locandine, sono veri e propri must del cinema.

Tutte le foto delle locandine sono state prese dal sito di: https://www.mymovies.it/

Fonte Foto copertina:https://www.postmodernissimo.com/laboratori/un-mondo-colori/

Al prossimo articolo

Andrea Nervino

Andrea Nervino

https://yoursocialnoise.digital

Nerd appassionato di arte e cinema horror, graphic designer di professione. Mi occupo di progettazione grafica a 360°, quindi loghi, brochure, packaging e grafiche per il web. Nel tempo libero mi diletto con la fotografia paesaggistica ,o tra le pagine di un buon libro. Tra la creazione di un logo e un mockup Sono in continua ricerca di un'ora di sonno in più la notte.

Non perderti gli articoli correlati

Iscriviti alla nostra newsletter periodica per
ricevere i nostri aggiornamenti via mail!