#mysweetquarantine La quarantena su Instagram si regge meglio

Qual è il vostro social preferito? Io prediligo Instagram, soprattutto in questo periodo di clausura almeno riesco a fare qualche viaggio pindarico e virtuale in continenti lontani che la quarantena mi impedisce di esplorare (e la mancanza di soldi mi impedirebbe di esplorare anche se non fossi costretta a casa); nelle pagine di un classico della letteratura grazie alle dirette di letterati, attrici e attori; nella musica e nei concerti che i nostri artisti del cuore offrono gratuitamente. Non solo momenti di spensieratezza. Ci sono dirette di giornalisti specializzati che permettono di approfondire argomenti che, diciamoci la verità, se non fossimo costretti a casa faremmo fatica a seguire ad es. l’economia.
Oltre ai professionisti e alle professioniste che seguite regolarmente, avete degli account che vi allietano la giornata?
Ho pensato di proporvi alcuni profili che ho scoperto un po’ per caso e altri che sono una colonna portante dei social. Li trovate distinti in categorie che ho appena inventato di sana pianta. Ovviamente suggeriteci i vostri profili preferiti!
Categoria #questaquarantenasireggemegliocon
Senza dubbio il profilo che ci sta aiutando a superare l’isolamento casalingo un po’ perché i post strappano sempre una risata, un po’ per i flash mob proposti ai followers della pagina che stimolano la socialità. Imperdibile il flash mob dal sapore (di male) anni ’90 sulle note di T’Appartengo evergreen di un mostro sacro della musica come Ambra Angiolini. Nel caso l’aveste perso lo potete vedere qui ???? https://www.facebook.com/saporedimale/videos/1563593953815502/
In questi momenti di ansia, paura e preoccupazione, ricordiamoci di sorridere anche nei momenti più bui, soprattutto nei momenti più bui.
Categoria #instafood
Non siamo in blog di cucina ma è indubbio che la cucina va molto di moda su Instagram. Questo account non è un account che spiega come realizzare fantastici sformati o un piatto gourmet con gli ultimi avanzi del frigo né come creare un panetto di lievito nel caso l’ultimo assalto al supermercato vi abbia lasciato senza questa preziosa sostanza. In realtà questo account posta solo crostate. Direte “che gusto c’è?”. Beh a parte che le crostate hanno sempre molti gusti: marmellata, crema, Nutella… ma la particolarità di questo profilo è che le crostate parlano. No, la quarantena non ha avuto effetti psicotropi su di me. Intendo che le crostate sono utilizzate per mandare messaggi: le classiche striscioline usate per fare i classici scacchi sono lettere di pasta frolla che compongono un messaggio!
Mangiare per… ehm Followare per credere.
Categoria #instawild
Ha il nome impronunciabile di Michel D’Oultremont ed è un wildlife photographer come ci chiarisce il nome del suo account Instagram. Michel ha 28 anni e viene dal Belgio ma la sua casa è il mondo intero, o meglio, la natura che la Terra ci offre. Da quando ha scattato la sua prima foto ad una cincia dal ciuffo nel suo giardino, ha sempre saputo che avrebbe fatto il fotografo. Ha iniziato esplorando la sua campagna natìa fino alle Ardenne per arrivare a girare il mondo con la sua macchina fotografica. Aspettate a dire “Che figata!”. Chiunque sia appassionato di fotografia sa bene che per lo “scatto migliore” the best shot, bisogna armarsi di pazienza e aspettare le giuste condizioni e, per ottenere quello scatto, Michel è capace di rimanere per giorni, immobile, nella neve, all’interno di angusti nascondigli per non farsi notare dagli animali che altrimenti scapperebbero. E noi che ci lamentiamo di una quarantena a tutta birra, pizza e Netflix! I sacrifici di questi faticosi appostamenti lo hanno ripagato con uno dei maggiori premi per un fotografo del suo genere ovvero il riconoscimento Wildlife Photographer of the Year nel 2018. Michel ha anche un sito Internet, completo di portfolio, se volete saperne di più.
Categoria #womendoitbetter
Siamo ancora a marzo (e forse lo saremo per altri tre mesi) e marzo è il mese dedicato alle donne. Questo account fa riferimento ad una community di Traveler, il magazine Condé Nast. La community delle donne che viaggiano perché “il posto di una donna è ovunque lei scelga di essere“. Anche queste viaggiatrici, come noi tutti, sono state fermate dai limiti imposti ormai in tutto il mondo ma come molti di noi, non vedono l’ora di rimettere lo zaino in spalla. Fortunatamente il profilo è ricco degli scatti di viaggi precedenti al D.P.C.M. 4 marzo… ah no, scusate! Ad ogni scatto corrisponde un ulteriore account (quello della viaggiatrice che lo ha ritratto) di conseguenza, la rete dei viaggi pindarici cresce ulteriormente.
Che ne pensate? Seguirete questi account? Suggeriteci i vostri preferiti e li proporremo in un nuovo articolo qui su noisers.net.
Se vi piace l’idea… #FollowTheNoise

Francesca Magurno

Detta FraMagu, giornalista di professione, narratrice per vocazione, ideatrice di LiberEspressioniDidee e Co-Founder di Noiser.net. Dopo un proficuo stage a Controradio ha iniziato a lavorare per l’inossidabile Radio CORA dove ha affinato la sua spiccata parlantina e la sua professionalità. Disperata. Intellettuale. Ubriacona. Ininfluencer. Ama la vita, la musica, i libri, il mare e il caffè. Un giorno racconterà il mondo, girandolo con diario di bordo e vecchia macchina fotografica. Per il momento si accontenta di raccontare… (a vanvera).

Non perderti gli articoli correlati

Iscriviti alla nostra newsletter periodica per
ricevere i nostri aggiornamenti via mail!