STARTUP: quante sono quelle innovative in Italia?

Qualche settimana fa su questi schermi, il nostro Founder Alessio Perrone, ci parlava delle startup. Ma quante sono le startup in Italia? Non le abbiamo contate tutte una per una, o per lo meno non lo abbiamo fatto noi, ma abbiamo letto il rapporto trimestrale di monitoraggio pubblicato qualche settimana fa dal Mise, il Ministero dello Sviluppo Economico, sviluppato in collaborazione con Unioncamere e InfoCamere.

Sono 2.769 le startup innovative al 31 dicembre 2019 avviate grazie ad una modalità di costituzione digitale e gratuita. Rispetto al dato rilevato in precedenza, ovvero a settembre 2019, si registra un incremento di 193 unità. Questa modalità permette ai giovani imprenditori di costituire la propria startup in modalità totalmente digitalizzata, con il supporto tecnico della Camera di commercio e in totale autonomia.
Il Rapporto si concentra sulla distribuzione territoriale delle startup, sul tasso d’adozione della modalità online e la durata media delle pratiche.
Ebbene il rapporto mostra come la modalità online è stata scelta da poco meno di 4 startup su 20 di quelle di nuova costituzione. È rilevante, invece, il dato riguardante la distribuzione territoriale: in Basilicata, ad esempio, più del 50% delle startup innovative ha optato per la modalità online; ai gradini più bassi della graduatoria si trovano invece, Piemonte, Umbria, Marche ed Emilia Romagna.

Esistono variazioni territoriali significative anche per quanto riguarda l’altro indicatore, la durata delle pratiche ovvero il tempo medio d’attesa tra la costituzione e l’iscrizione dell’azienda nella sezione speciale del registro delle imprese dedicata alle stratup innovative (fase che richiede una verifica dei requisiti da parte della cciaa, la camera di commercio competente). In media una stratup innovativa costituita online attende 33,9 giorni per ottenere l’iscrizione nella sezione speciale; nell’ultimo anno però i tempi medi di attesa si sono ridotti a 22,6 giorni.
La nuova modalità è diffusa sull’intero territorio nazionale, particolarmente Lombardia (27,5%), Veneto (11,1%) e Lazio (10,9%) ovvero le tre regioni che ospitano insieme quasi il 50% delle startup costituite online. Milano si conferma il principale polo per le startup innovative italiane, rappresentando da sola il 16,8% di tutte le aziende create digitalmente.

Anche voi avete creato o state pensando di creare una startup innovativa? Trovate risconto nel rapporto del Mise o pensate che le cose debbano essere migliorate? Raccontateci la vostra esperienza.
#FollowTheNoise ????

Francesca Magurno

Detta FraMagu, giornalista di professione, narratrice per vocazione, ideatrice di LiberEspressioniDidee e Co-Founder di Noiser.net. Dopo un proficuo stage a Controradio ha iniziato a lavorare per l’inossidabile Radio CORA dove ha affinato la sua spiccata parlantina e la sua professionalità. Disperata. Intellettuale. Ubriacona. Ininfluencer. Ama la vita, la musica, i libri, il mare e il caffè. Un giorno racconterà il mondo, girandolo con diario di bordo e vecchia macchina fotografica. Per il momento si accontenta di raccontare… (a vanvera).

Non perderti gli articoli correlati

Iscriviti alla nostra newsletter periodica per
ricevere i nostri aggiornamenti via mail!